Dieta chetogenica, cos'è, quali alimenti assumere e alcuni integratori utili

Dieta Chetogenica, significato e alimenti specifici

Dieta Chetogenica, significato e alimenti specifici

Se sei alla disperata ricerca di un rimedio per ritrovare la forma fisica perfetta, la dieta chetogenica è quello che ci vuole per perdere chili velocemente.

Ogni volta che ti guardi allo specchio l’immagine che riflette non è magra e tonica come quella che sogni?

Vieni da grandi abbuffate o hai a disposizione sempre troppo poco tempo da dedicare al movimento a causa dei troppi impegni e per questo il tuo fisico appare appesantito?

In questa guida saremo lieti di spiegarti nel dettaglio cos’è e come funziona.

Cos’è la dieta chetogenica

Scegliere la dieta chetogenica vuol dire preferire un’alimentazione povera di carboidrati (in una quantità pari al 5%), e basata sulla presenza di proteine e in particolare di grassi (in una proporzione generalmente corrispondente al 20% per le prime e al 75% per i secondi); tutto ciò per fare in modo che l'organismo prenda le energie di cui ha bisogno esclusivamente da questi ultimi.

Devi sapere che infatti, in condizioni normali le cellule del tuo corpo per svolgere le loro funzioni si nutrono perlopiù di carboidrati.

Se quindi decidessi di iniziare a seguire questo tipo di dieta, dovrai rinunciare a tutti quei cibi come pasta, pane, pizza o riso.

Ad ogni modo vorremmo rassicurarti, dal momento che avvertirai il sacrificio solo durante i primi giorni, dopodiché avrai sempre meno voglia e bisogno di carboidrati.

Ti ricordiamo però, che come in ogni decisione che comporti qualche rinuncia, l’atteggiamento, la determinazione e la forza di volontà contano moltissimo per la riuscita.

Quello che ti aiuterà a mantenere la spinta necessaria per continuare, sarà il poter notare giorno dopo giorno miglioramenti come ad esempio la diminuzione della massa grassa e allo stesso tempo lo sviluppo della giusta muscolatura grazie alle proteine.

Quali cibi si possono mangiare durante la dieta chetogenica

Ora ti immaginiamo lì, con lo sguardo dubbioso e gli occhi all'insù mentre ti domandi: " cos’è allora che posso mangiare?".

Niente paura! Non sarai costretto a nutrirti d’aria! Dovrai semplicemente cambiare alimenti e abituarti a diminuire le quantità di carboidrati, preferendo quelli che derivano dalle verdure.

Ti diamo anche un’ulteriore buona notizia; potrai sfogare le tue voglie su quelli che prima potevano sembrarti cibi tabù, come ad esempio una buona fonduta di formaggio oppure una bella salsiccia grigliata.

Ovviamente oltre a questi dovrai comunque cercare di favorire i grassi che possiedono una qualità migliore come quelli presenti nella frutta secca, nei semi, negli oli di origine vegetale come quello d’oliva, di cocco o di lino.

Potrai inoltre contare su uova, formaggi e latticini che presentano solo una minima percentuale di carboidrati.

Per quanto riguarda invece le fonti proteiche avrai scelta tra carne e pesce, in quest’ultimo caso tenendo conto di acquistare solo quello più grasso.

Nella dieta chetogenica è inoltre consigliato consumare un pasto al giorno a base di quark magro oppure di yogurt bianco.

Consulta i prodotti dietetici consigliati per la dieta chetogenica

I cibi consigliati per i vegani per la dieta chetogenica

Vorremmo rassicurarti anche per quanto riguarda l’essere vegano; infatti anche nel caso in cui lo fossi, nonostante la dieta chetogenica sia concentrata su cibi di origine animale come carne, pesce e uova e da suoi derivati quali latte e formaggi, potrai comunque sostituirli con alimenti come ad esempio il seitan, il tofu o il tempeh.

Se poi dovessi avvertire una carenza di proteine, avrai la possibilità di assumere delle bevande realizzate con proteine in polvere oppure di aumentare la dose con degli integratori, stando bene attento anche in questo caso ad escludere quelli con una quantità eccessiva di carboidrati.

Oltre alle proteine, avrai inoltre un’ampia scelta di verdura, nonché, allo stesso modo degli onnivori, la possibilità di assumere frutta secca, semi oleosi e oli vegetali.

L’importanza della verdura nella dieta chetogenica

Come ogni genere di alimentazione, anche quella che stiamo analizzando consiglia, nonché prevede il libero consumo della verdura; questo perché estremamente ricca di sali minerali, vitamine e antiossidanti e quindi molto importante per la salute dell’organismo.

Ecco allora che per quanto riguarda il contorno avrai una vasta scelta tra cavoli, cetrioli, fagiolini, asparagi, funghi o ancora insalata.


Al contrario, per quanto invece concerne la frutta, ti consigliamo di evitarla, e se proprio non riesci a seguire questa indicazione in modo costante, assumila in piccole dosi preferendo quella molto ricca di liquidi e a bassissimo contenuto di carboidrati, come ad esempio l'anguria.

Quale verdura evitare durante la dieta chetogenica

Sempre a proposito di verdure, dovrai fare attenzione ad evitare di mangiare quelle che contengono troppi carboidrati.

Occhio quindi a peperoni rossi, carote, pomodori, cipolle e mais dolce. 

Meglio tenerli a distanza! Anche alcuni legumi presentano una grande quantità di carboidrati; di conseguenza dovrai eliminare dalla tua dieta alimenti quali piselli, ceci e fagioli.

Le fasi della dieta chetogenica

Ora che sei a conoscenza dei cibi da preferire e di quelli che dovresti invece evitare, passiamo ad analizzare come si sviluppano le fasi di questa dieta.

Si tratta di tre passaggi fondamentali. Vediamoli uno ad uno ad uno.

- Prima fase: si riferisce ai due o tre giorni iniziali della dieta; tempo nel quale si attiva il processo di "chetosi".

Durante questo passaggio il corpo, non avendo più a disposizione carboidrati a sufficienza, inizia a prendere energie dalle piccole scorte di zuccheri e in particolar modo sia dai grassi che dalle proteine.

Le cellule del cervello però, non sono in grado di svolgere le loro attività utilizzando le molecole di grasso; ecco perché si iniziano a generare dei corpi detti "chetonici", i quali danno origine a quello che appunto è chiamato processo di "chetosi".

- Seconda fase: riguarda i successivi 14 giorni, nei quali inizierai a consumare la massa magra, dovuta alla trasformazione dei grassi assunti con i pasti in energia.

- Terza fase: in questo periodo la tua alimentazione sarà meno rigida; potrai infatti concederti qualche carboidrato in più, ma sempre senza esagerare, fino a che non ti troverai davanti ad un’alimentazione stabile ed ugualmente efficace per poterti garantire un fisico magro e bello.

Una giornata tipo per la dieta chetogenica

Per una maggiore chiarezza, ti mostriamo ora quella che potrebbe essere il modello alimentare di una giornata a base di dieta chetogenica.

- Colazione: durante questo primo pasto potrai preparare un’omelette farcita a scelta con funghi, prosciutto o formaggio.

- Spuntino di metà mattinata: è giunta l’ora di mangiare un bel vasetto di yogurt con una manciata di deliziose scaglie di cocco; perché anche il palato vuole la sua parte!

- Pranzo: serviti con un buon petto di pollo alla piastra tagliato a pezzetti e mescolalo con dell’insalata, delle olive, un avocado e della feta; per una ricetta coi fiocchi!

- Merenda: non dovrai perdere molto tempo; ti basterà mangiare un pò di frutta secca e sarai di nuovo carico per affrontare le attività pomeridiane.

- Cena: un buon salmone cotto al vapore accompagnato da spinaci conditi con olio di cocco renderà l’ultimo pasto della tua giornata appagante, per poter godere a pieno della serata e per andare a nanna senza rimpianti.

Ad ogni modo ricorda che potrai decidere di consumare qualsiasi tipo di carne, sia bianca che rossa, o di pesce, con una preferenza per quello grasso come il tonno, il salmone, la trota, lo sgombro o ancora il pesce azzurro.

Per condire il tutto, potrai divertirti ad insaporire con le spezie che più si abbinano ai tuoi piatti o più in generale con quelle che preferisci.

Come ultima chicca, di tanto in tanto potrai soddisfare la tua golosità con un bel pezzo di cioccolato extra fondente al 90%.

Come vedi puoi giocare con il gusto e le combinazioni in mille modi diversi, senza perciò avvertire la fame o la sensazione di dover rinunciare a qualcosa di buono.

La mente sarà appagata e lo stomaco sarà sufficientemente pieno.

Dieta Chetogenica: pareri degli esperti

Fino ad ora abbiamo analizzato a fondo i dettagli; vediamo ora cosa pensano gli esperti a proposito della dieta chetogenica.

Devi sapere che nonostante una bella fetta di persone affermino che non è bene seguire questo tipo di alimentazione troppo a lungo a causa dell’eccessiva formazione di acidi che avviene nell’organismo, dovuta al grande consumo di proteine e grassi, un’altra parte dichiara che al contrario, grazie alle verdure sia possibile bilanciare tale conseguenza, riassorbendo queste una quantità sufficiente a consentire di andare avanti.

È infatti dimostrato come il colesterolo cattivo diminuisca notevolmente a favore di quello buono, così da aver portato alla creazione del termine "Chetosi Terapeutica"

Persino alcuni malati di Parkinson e di Alzheimer, nonché molti soggetti colpiti dal diabete o da disturbi mentali di vario genere, o ancora bambini affetti da Epilessia, hanno tutti avuto benefici con la dieta chetogenica.

Risulta oltretutto adatta a combattere sia l’ovaio policistico che l’acne.

Ecco dunque, che come ogni novità, è bene informarsi e affidarsi a chi possiede delle migliori conoscenze per poter proseguire al meglio, sia sfruttando a pieno i vantaggi, sia evitando le complicazioni.

Inoltre, è utile distinguere i motivi per i quali intraprendere un percorso chetogenico terapeutico; in quanto una dieta che ha il semplice scopo di dimagrire non sarà identica ad una studiata per il miglioramento di una problematica fisica o mentale.

Altre varianti della dieta chetogenica

Ora che sei a conoscenza della tradizionale dieta chetogenica, vogliamo offrirti uno sguardo più ampio sulle possibili alternative offerte da questo genere di alimentazione.

Ci troviamo quindi di fronte a tre ulteriori tipologie:

- Dieta chetogenica ciclica: questa variante ti permetterà di alternare cinque giorni di dieta chetogenica classica a due in cui potrai assumere più carboidrati.

- Dieta chetogenica intermittente: in questo caso ti sarà permesso mangiare carboidrati sia prima che dopo gli allenamenti.

- Dieta chetogenica ad alto contenuto proteico: abbiamo ora a che fare con una piccola variazione delle percentuali presenti nella dieta chetogenica tradizionale; potendo assumere il 60% di grassi e il 35% di proteine.

Al contrario, il restante 5% di carboidrati rimane invariato.

I vantaggi della dieta chetogenica

Devi sapere che molti personaggi famosi hanno approfittato dei vantaggi che questo tipo di alimentazione porta con sé.

Tra i benefici di questa dieta è infatti possibile non solo perdere peso, ma anche eliminare il grasso accumulato in alcune aree del corpo.

Oltre a questo potrai vantare un umore più stabile, un carattere più positivo e un corpo più energico, il tutto dovuto al fatto di non essere più soggetto a sbalzi glicemici;

come altra conseguenza di ciò, anche la sensazione della fame diminuirà notevolmente.

Ultimo vantaggio, ma non per importanza, diminuendo il tuo peso corporeo, sarai meno soggetto a malattie cardiovascolari.

A chi è indicata la dieta chetogenica

Volendo riassumere in poche parole, per avere una visione completa a proposito di questa dieta, possiamo affermare che risulta adatta a chi vuole perdere peso, a chi desidera migliorare le proprie prestazioni come nel caso degli atleti o dei culturisti, i quali hanno bisogno di una buona muscolatura e di una buona dose di energia, e nei casi specifici nei quali si manifestano alcune particolari malattie, le quali possono essere alleviate attraverso questo tipo di alimentazione.

Per concludere vorremmo ricordarti che come ogni dieta, anche quella chetogenica deve essere seguita per mezzo del parere di un esperto.

Non commettere errori è fondamentale per non rischiare di andare incontro a carenze di nessun genere, provocando perciò danni all’organismo che nei casi più gravi possono portare a problematiche molto più serie e più difficili da gestire.

A proposito di ciò, non tagliare mai definitivamente i carboidrati, ma ricorda di assumerli con le verdure, dal momento che si occuperanno di mantenere il tuo corpo sufficientemente idratato, fornendogli il calcio, le vitamine e le fibre di cui hai quotidianamente bisogno.

Ad eccezione di questo utile e doveroso consiglio non ci resta che augurarti un buon inizio.

In breve tempo il tuo fisico apparirà come nuovo!

Potrai mostrarlo con soddisfazione al mare, al tuo partner, oppure indossare quell’abito che amavi tanto ma che non era della tua taglia fino a poco tempo prima.

Se questo articolo ti è interessato, guarda questa selezione di integratori per perdere peso!

Qui di seguito trovi degli alimenti formulati appositamente per la dieta Chetogenica: 

Lascia un commento

* Campi richiesti

Nota: i commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati.

Articoli correlati


Cellulite, cos'è, cause e rimedi
Cellulite, cos'è, cause e rimedi
In questo articolo approfondiremo tutti gli aspetti legati alla cellulite e alla sua ingombrante ins
Leggi
Aminoacidi Ramificati, o BCAA, a cosa servono e controindicazioni
Aminoacidi Ramificati, o BCAA, a cosa servono e controindicazioni
Aminoacidi Ramificati o BCAA: cosa sono? Gli aminoacidi ramificati, noti come aminoacidi a catena ra
Leggi
Cos'è la creatina, effetti e quando assumerla
Cos'è la creatina, effetti e quando assumerla
La creatina è una parola di cui, specialmente in ambito sportivo, si sente parlare spesso, ma talvol
Leggi