Acido Aspartico DAA

Acido D-Aspartico (DAA), a cosa serve?

Acido D-Aspartico (DAA), a cosa serve?

L’acido D-Aspartico è un amminoacido che viene utilizzato dal nostro corpo per la sintesi proteica e ricopre un ruolo importante nel nostro sistema endocrino, infatti è presente in quantità elevate nelle zone del nostro corpo in cui avviene la produzione di ormoni come nell'ipotalamo, nell'ipofisi, nei testicoli e nell’ovaio.

Indice:

Cos'è l'Acido D-Aspartico (DAA)

L’acido D-Aspartico DAA è un amminoacido parte integrante del sistema endocrino ed essendo una forma alternativa dell’ acido L aspartico (conosciuto anche come aspartato) non appartiene alla categoria degli aminoacidi essenziali che invece necessitano di essere ingeriti attraverso gli alimenti che li contengono. L’acido aspartico di tipo L si trova ad esempio negli asparagi che contengono l’asparagina, una proteina che dopo la digestione si trasforma appunto in Acido Aspartico e ioni ammonio, responsabili del cattivo odore delle urine dopo averli mangiati.

Proprietà dell'Acido Aspartico

L’Acido Aspartico si presenta sotto due forme: L-aspartico (presente in proporzioni variabili nella maggior parte delle proteine come nella soia, nello stoccafisso e nella spirulina secca) e D-aspartico (non è un costituente comune delle proteine e agisce come molecola di segnalazione e come trasmettitore attraverso cui gioca un ruolo biologico fondamentale nella sintesi del testosterone e nella spermogenesi).

Acido Aspartico (DAA), a cosa serve?

Acido D-Aspartico e aumento della massa muscolare

Uno dei principali effetti che può indurre l’assunzione di Acido D-Aspartico è quello di innescare un aumento della produzione di testosterone e di conseguenza un incremento anche notevole della massa muscolare, un miglioramento delle prestazioni legate agli allenamenti di resistenza ed anche dei tempi di recupero dopo intensi allenamenti. Il testosterone è infatti il più anabolico degli ormoni presenti nel corpo maschile e l’Acido D-Aspartico DAA interviene nella sintesi di alcuni ormoni atti proprio a produrlo come il GH (ormone della crescita), l’LH (ormone luteinizzante) e FSH (ormone follicolo stimolante).

Acido D-Aspartico e Testosterone

Diversi studi scientifici hanno sottolineato l’importanza dell’introduzione dell’acido aspartico DAA come integratore per favorire la fertilità maschile, la sintesi proteica e la libido, sia perché questo amminoacido è già presente naturalmente in quantità elevate all’interno dei testicoli, sia perché ha un ruolo chiave nella sintesi del testosterone e delle spermatogenesi.

L’acido Aspartico DAA è presente nelle cellule di Lyedig, ovvero quelle cellule presenti nei testicoli, che hanno la specifica funzione di produrre il testosterone ed altri ormoni maschili molto importanti.

L’assunzione di acido aspartico DAA è infatti in grado di aumentare il livello del testosterone negli uomini con ridotta fertilità: l’aspartato svolge una funzione di messaggero che riceve i segnali dall’ipofisi portandoli direttamente alle cellule di Lyedig, favorendo così l’aumento della produzione di testosterone.

Numerose evidenze cliniche e scientifiche rivelano che nei soggetti con scarsa fertilità è presente una concentrazione inferiore di acido aspartico rispetto ai soggetti con buoni livelli di fertilità.

L’aumento della produzione del testosterone è uno degli utilizzi più comuni di questo amminoacido che, essendo già naturalmente presente nel nostro corpo, non ha alcuna controindicazione come invece avviene, ad esempio, per gli integratori di ormoni.

Acido Aspartico (DAA), a cosa serve?

Acido D-Aspartico e controindicazioni

L’assunzione di acido aspartico come integrazione alle quantità già presenti naturalmente nel nostro organismo non ha di fatto controindicazioni perciò si tratta di un integratore molto efficace e sicurissimo allo stesso tempo.

Quale integratore di Acido D-Aspartico scegliere?

L’integratore Acido Aspartico DAA può essere assunto in capsule, compresse o sotto forma di polvere da diluire con acqua a seconda della preferenza di consumo.

Come assumere l'integratore di Acido D-Aspartico

L’assunzione di Acido D-Aspartico DAA è correlata anche allo stato di salute e di forma fisica di chi lo assume: negli atleti ad esempio è sufficiente un ciclo di 12 giorni per ottenere dei risultati significativi, mentre quando viene assunto negli uomini con bassi livelli di fertilità come integratore di testosterone l’ideale sarebbe un ciclo di circa 3 mesi (90 giorni).

Si raccomanda l’utilizzo di 1 dose di Acido Aspartico DAA al giorno; ad esempio nel caso si acquisti in polvere la proporzione da rispettare sarà di 1 misurino (3 gr) da diluire con acqua.

Articoli correlati


Integratore di Cranberry, tutte le proprietà
Integratore di Cranberry, tutte le proprietà
Se soffri di frequenti infezioni delle vie urinarie, avrai probabilmen
Leggi
Integratore di Ginkgo Biloba, a cosa serve?
Integratore di Ginkgo Biloba, a cosa serve?
Derivante da una pianta molto antica, il Ginkgo Biloba è un estratto c
Leggi
Integratore di Fosfatidilserina, cos'è e dosaggio
Integratore di Fosfatidilserina, cos'è e dosaggio
L'integratore di fosfatidilserina si rivela molto efficace per miglior
Leggi