Alimenti Senza Zucchero

Chi è alla ricerca di alimenti senza zucchero conosce bene la difficoltà di reperire questi cibi nei supermercati o nei negozi di grande distribuzione.

Infatti gli alimenti privi di zucchero si trovano quasi esclusivamente in farmacia o in parafarmacia, dove comunque la scelta non è particolarmente ampia e siamo obbligati ad acquistare sempre gli stessi prodotti.

D'altra parte, le aziende alimentari non sono spinte a realizzare alimenti che non contengono zucchero poiché il loro consumo è limitato e pertanto a livello commerciale una simile scelta non è vantaggiosa.

I pazienti affetti da iperglicemia (un disturbo molto diffuso che generalmente prelude al diabete mellito), spesso si trovano condizionati nella scelta di cibi sempre uguali e poco gustosi.

Questa situazione dipende dal fatto che gli zuccheri sono elementi estremamente appetibili, saporiti e gradevoli; essi inoltre sono fonte di energia di pronto intervento e pertanto non possono essere eliminati del tutto dal regime dietetico.

Un'alimentazione povera di zuccheri può rappresentare una decisione obbligata per chi soffre di patologie legate al metabolismo glucidico (soprattutto il diabete), ma può essere anche una scelta per chi desidera mantenersi in forma senza aumentare il peso.

Per raggiungere obiettivi del genere è possibile nutrirsi con cibi poveri di zucchero che mantengono comunque un'elevata palatibilità e la massima digeribilità.

Si tratta di prodotti dietetici altamente selezionati e formulati in maniera tale da soddisfare le esigenze dei consumatori di tutte le età.

Non bisogna dimenticare infatti che un adeguato regime nutrizionale contribuisce a migliorare tutte le funzioni metaboliche dell'organismo, offrendo bilanciati quantitativi energetici e mantenendo inalterato il normopeso.

Perché è meglio mangiare cibi senza zucchero?

Eliminare lo zucchero dalla propria alimentazione non serve soltanto a perdere peso ma aiuta a migliorare il benessere psico-fisico.

La concentrazione di glucidi presenti naturalmente negli alimenti è infatti più che sufficiente al nostro corpo, per cui ridurre questi ingredienti al minimo (oppure eliminarli del tutto) comporta una considerevole serie di benefici.

Secondo le più recenti linee guida, è stato dimostrato che lo zucchero crea una dipendenza analoga a quella delle droghe, per cui non è possibile interromperne drasticamente l'assunzione ma bisogna piuttosto diminuirne gradualmente il consumo.

I principali benefici di una dieta senza zucchero sono i seguenti:

  • diminuzione del peso corporeo, in quanto l'organismo viene spinto a metabolizzare i lipidi al posto degli zuccheri e di conseguenza a bruciare i depositi di grasso accumulati sotto forma di pannicoli adiposi;
  • miglioramento della pelle, dato che i glucidi interferiscono con il collagene ossidando le cellule mediante il processo di glicazione, responsabile dell'invecchiamento precoce dell'epidermide;
  • aumento del tono dell'umore, che contrariamente a quanto si crede viene condizionato negativamente dall'assunzione di eccessive quantità di zuccheri, in quanto una simile condizione incide sulla produzione di insulina e cortisolo, due ormoni coinvolti nel tono dell'umore;
  • potenziamento delle funzioni cerebrali, che migliorano quando la produzione di insulina non aumenta eccessivamente, sovraccaricando il pancreas. Tutti conoscono la sgradevole sensazione di sonnolenza provocata da un pasto troppo ricco di zuccheri, mentre è ormai risaputo che moderando l'assunzione glicemica si verifica una maggiore disponibilità di energia;
  • accelerazione dei processi digestivi, che dipende dal miglioramento della funzione del microbioma, le cui prestazioni vengono danneggiate dall'accumulo di zuccheri nel sangue.

Mangiare senza zucchero non è una scelta facile poiché richiede una notevole forza di volontà e una grande costanza, tuttavia gli effetti benefici sull'organismo non tardano ad arrivare e già dopo poche settimane il corpo e la mente funzionano meglio.

Cosa può provocare una dieta ricca di zuccheri?

Una dieta ricca di zuccheri può provocare alcuni disturbi metabolici come iperglicemia e diabete: si tratta di patologie del ricambio, caratterizzate dall'accumulo di glucosio nel sangue e dall'iperstimolazione delle funzioni del pancreas endocrino che viene costretto a produrre eccessive quantità di insulina.

Il diabete è una malattia molto diffusa che, a seconda della sua gravità, richiede terapie farmacologiche per evitare gravi scompensi organici: se trascurato, esso può provocare aterosclerosi, microangiopatia, maculopatia retinica, disfunzione renale e neuropatie periferiche.

Oltre a questi disturbi metabolici, un'alimentazione troppo ricca di zuccheri può provocare altre conseguenze tra cui aumento del peso corporeo, stanchezza cronica, opacizzazione della pelle, crisi ipertensive e astenia.

Per evitare simili condizioni è fondamentale saper riconoscere i segnali che il nostro corpo invia quando la quantità di zucchero introdotto è troppo elevata.

Uno di questi si collega alla comparsa di acne e foruncoli su viso e collo, dato che un'eccessiva concentrazione glucidica conduce a uno squilibrio neuro-ormonale collegato anche al maggiore rilascio di insulina.

Esiste un feedback positivo tra la quantità di insulina e l'attività delle ghiandole sebacee.

Posso utilizzare gli edulcoranti al posto dello zucchero?

Gli edulcoranti sono prodotti dolcificanti che sostituiscono lo zucchero nei cibi, e sono ampiamente utilizzati nella realizzazione di alimenti per diabetici.

Essi si utilizzano poiché, avendo poche calorie, consentono di mantenere inalterato il peso forma e di coadiuvare le diete dimagranti.

Gli edulcoranti possono essere di due tipi, naturali o artificiali.

Quelli naturali, che vengono utilizzati nella produzione di alimenti dietetici senza zucchero, sono la stevia (estratta dalle foglie dell'albero omonimo), lo sciroppo d'agave, il tagalosio (che è uno zucchero modificato estratto dal latte) e il mosto d'uva.

I dolcificanti artificiali, presenti in tutti gli alimenti senza zucchero per diabetici, sono composti di sintesi come saccarina, aspartame, sucralosio, ciclammato e polioli (alcoli dello zucchero), che sono gli edulcoranti di ultima generazione considerati quelli più innocui in assoluto e addirittura vantaggiosi per la salute del cavo orale.

Tra questi, i più utilizzati sono sorbitolo, mannitolo, isomaltolo, xilitolo e eritritolo.


Leggi anche: Cosa sono gli edulcoranti? Significato. Quali sicuri?

Filtra per
Brand
Brand
152 risultati
Gusto
Gusto
152 risultati
Ordina per Dal più venduto
Ordina per

152 prodotti

Bolero
€0.39 Prezzo base €0.50
Nuvola Zero
€1.99 Prezzo base €2.30 Esaurito
Nuvola Zero
A partire da €1.89 Prezzo base €2.50
Bolero
€0.39 Prezzo base €0.50
DailyLife
€4.29 Prezzo base €4.50
pro nutrition
€8.69 Prezzo base €9.95
Callowfit
€5.99 Prezzo base €7.50 Esaurito
BiotechUSA
€69.99 Prezzo base €155.00 Esaurito
DailyLife
€3.95 Prezzo base €4.90 Esaurito
DailyLife
€3.95 Prezzo base €4.90 Esaurito
Callowfit
€5.99 Prezzo base €7.50
DailyLife
€3.95 Prezzo base €4.90
DailyLife
€3.95 Prezzo base €4.90
DailyLife
€3.95 Prezzo base €4.90 Esaurito
Pro Action
€1.49 Prezzo base €1.80
DailyLife
€3.95 Prezzo base €4.90
Callowfit
€3.99 Prezzo base €7.50
Nuvola Zero
€1.59 Prezzo base €1.90 Esaurito
Callowfit
€5.99 Prezzo base €7.50
Callowfit
€3.99 Prezzo base €7.50
ForPro
€2.99 Prezzo base €3.99
Platinum
€10.49 Prezzo base €11.90
Servivita
€4.49 Prezzo base €6.00 Esaurito
Servivita
€4.49 Prezzo base €6.00 Esaurito
Servivita
€4.49 Prezzo base €6.00 Esaurito
ForPro
€2.99 Prezzo base €3.99 Esaurito
Callowfit
€5.99 Prezzo base €7.50 Esaurito
Bolero
€0.39 Prezzo base €0.50
ForPro
€2.99 Prezzo base €3.99
ForPro
€2.99 Prezzo base €3.99 Esaurito