Cheat meal e Ritenzione idrica: significato e correlazione

Cheat meal e Ritenzione idrica: significato e correlazione

Cheat meal e Ritenzione idrica: significato e correlazione

Cheat Meal e Ritenzione Idrica. Cosa c'è da sapere!

Com'è noto, durante la dieta ciò che più ci angustia non è tanto la necessità di pesare, ridurre e controllare cosa e come mangiamo, in quanto lo scopo del percorso dietetico intrapreso - come raggiungere il girovita perfetto o eliminare la pancia in eccesso, per esempio - è già di per sé una grande motivazione psicologica in grado di farci stringere i denti e proseguire.

Tuttavia la forza di volontà da sola non sempre è sufficiente e in alcuni casi, soprattutto per quei regimi alimentari che devono essere seguiti per molto tempo, le insidie sono sempre dietro l'angolo.

 

Indice:

Il Cheat Meal e la monotonia alimentare della dieta

Il problema maggiore è relativo alle privazioni e alla monotonia del percorso dietetico che, a lungo andare, può portare ad un graduale disinteresse verso il percorso salutistico intrapreso, complici una lunga sfilza di pranzi e cene sempre uguali e poco saporite: tutto ciò diventa ancora più pesante nelle diete ferree e rischia di portare la persona ad un abbandono prematuro.

Per ovviare a questo problema, è da molti anni che anche in Italia si è diffusa la cultura del Cheat Meal - letteralmente dall'inglese ''pasto imbroglione'' - la c.d. eccezione che conferma la regola durante il percorso alimentare dietologico che hai intrapreso.

In tal senso, con il cheat meal è possibile concedersi, per un giorno a scelta durante la settimana oppure il mese - la frequenza è da concordare con il proprio nutrizionista o in base alle proprie preferenze\esigenza - un pasto libero vero e proprio, estraneo al rigido elenco o alle grammature stringenti del tuo piano alimentare.

Che cosa devi sapere prima di fare il cheat meal 

Potrai dunque scegliere il pasto che preferisci senza alcun vincolo quantitativo o qualitativo, ottenendo un importante beneficio psicologico che riuscirà a darti ancora più motivazione nel seguire la tua dieta!

Naturalmente, il cheat meal è una pratica che deve essere eseguita con criterio e soprattutto deve essere uno sprone, una sorta di traguardo parziale che ti spinge sempre più a fare meglio per arrivare al traguardo del peso forma e del girovita tanto agognato.

Tuttavia, è bene che tu sappia che il cheat meal, oltre ad esporre il corpo a benefici, nasconde anche delle insidie non indifferenti soprattutto dal punto di vista della ritenzione idrica e l'aumento del gonfiore di coscie e fianchi (temporaneo, non preoccuparti) che accompagnano lo sgarro.

 dai uno sguardo ai prodotti detox di dietaesport.com

Infine può trasformarsi anche nella porta di ingresso per il cosidetto bing eating, un disturbo alimentare molto diffuso di cui devi essere consapevole prima di iniziare.

In questa panoramica, ti guiderò passo dopo passo alla scoperta del cheat meal, e di come il peso in eccesso che potresti trovare sulla bilancia il giorno dopo lo sgarro non sia un qualcosa di cui dovresti preoccuparti, ma solo un piccolo intoppo passeggero.

I benefici apportati al corpo dal cheat meal

Ti ho già anticipato che il cheat meal non danneggia in alcun modo la tua dieta: non prenderai peso il giorno dopo aver mangiato un hamburger e patatine oppure un piatto di spaghetti alla carbonara, anzi: in questo modo stimolerai il tuo metabolismo facendolo funzionare meglio di prima.

Questo è molto evidente nelle diete a basso contenuto calorico, solitamente utilizzate per dimagrire. Dopo lunghi periodi di scarso apporto calorico, il tuo organismo reagisce limitando l'attività metabolica a causa delle scarse energie introdotte.

 

Grazie allo sgarro, il cheat meal, l'organismo viene sconvolto da un picco calorico inaspettato che lo porta a riattivarsi e a lavorare in maniera più veloce, accelerando il metabolismo.

In questo senso, questo picco energetico favorirà un'ulteriore stimolo alla perdita del grasso immagazzinato come scorta.

In un certo senso, è una sorta di accelerazione per il metabolismo che quindi comincerà a lavorare ad un ritmo tale da velocizzare il dimagrimento, mantenendo al contempo la massa magra!

Il cheat meal fa ingrassare?

La risposta a questa domanda è no, il cheat meal non fa ingrassare ma, come ti ho esposto, è addirittura una sorta di incoraggiamento al tuo metabolismo a lavorare meglio, quindi lascia da parte sensi di colpa e indecisioni, non ce n'è bisogno: quando fai il tuo sgarro, infatti, allontana completamente pensieri del genere e pensa a goderti il pasto come una meritata ricompensa per quanto fatto fino ad ora e, soprattutto, non pesarti il giorno dopo.

Se ti stai chiedendo come mai, il motivo è semplice: può accadere il giorno dopo il cheat meal - nella maggior parte dei casi e sicuramente in coloro che a seguito di una lunga dieta hanno ormai un metabolismo abbastanza lento - che la bilancia segni un aumento di peso, anche consistente.

Evita però di andare nel panico e di colpevolizzarti: è tutto normale e non è assolutamente adipe!

Quando il tuo organismo riceve un apporto calorico diverso dal solito, tutte le sostanze assunte vanno a riempire delle piccole scorte di glicogeno, simili a sacche, che il tuo organismo crea come piccole razioni necessarie in momenti di crisi.


Potremmo considerarle come la dispensa di emergenza dell'organismo!

Queste piccole sacche vengono riempite dal glucosio assunto in eccesso che, per una questione chimica, richiama acqua che va a riempire le sacche, creando il gonfiore!

Considera che ogni grammo di glucosio immagazzinato dall'organismo, richiede la compensazione con 3 grammi d'acqua: ciò può addirittura essere superiore nel caso in cui il tuo sgarro sia composto da alimenti molto salati poiché questi tendono a trattenere ancora di più l'acqua, aumentando ancora di più il peso.

Fortunatamente, questa è una situazione passeggera che viene ripristinata - anche grazie all'aumento della funzione metabolica di cui ti ho già parlato - solamente in pochi giorni, senza necessità di fare operazioni particolari.

Ritenzione Idrica: alcuni piccoli trucchi per sconfiggerla prima

Se non vuoi passare nemmeno qualche giorno con un po' di gonfiore o ritenzione, la cosa migliore che puoi fare è seguire dei piccoli consigli in grado di combattere la ritenzione idrica validi sia dopo il cheat meal che in generale.

Una piccola accortezza, innanzitutto, è verificare che tu sia davvero davanti ad una ritenzione post sgarro: per accertartene, premi il pollice su una coscia o sulla zona gonfia per qualche secondo e osserva cosa succede.

Nel caso in cui, una volta tolto il dito, il segno di pressione sia ancora visibile allora hai la certezza di essere davanti a ritenzione idrica post sgarro!

Dai uno sguardo ai prodotti antiossidanti di dietaesport.com

 

Le regole da seguire per combattere la ritenzione idrica post sgarro sono le seguenti:

  • Bevi molta acqua durante il giorno, il minimo sindicale è 2 litri, naturalmente oligominerale
  • Assumi molte fibre, compatibilmente con la tua dieta.
  • Stai lontano dallo zucchero, soprattutto dopo il cheat meal.
  • Fai movimento fisico: naturalmente, il metodo migliore per combattere la ritenzione idrica post sgarro è consumarla tramite l'attività fisica. Approfittane dunque per allenare il tuo fisico, unendo l'utile al dilettevole
  • Utilizza integratori specifici per evitare la ritenzione idrica.

Cosa mangiare durante il cheat meal per diminuire la ritenzione e il gonfiore?

Nonostante, come già detto, non ci sia un limite a cosa mangiare nel tuo pranzo libero, faresti comunque bene ad attenerti a piccole regole.

Innanzitutto, tieni conto che il tuo stomaco si è sicuramente abituato a contenere quantità di cibo molto piccole, evita quindi di sovraccaricare il tratto gastro intestinale con quantità esagerate che finirebbero altrimenti per farti stare male, rovinando dunque il tuo sgarro.

Inoltre, se possibile relativamente ai tuoi gusti, favorisci alimenti che abbiano un elevato tasso di digeribilità e che non siano molto voluminosi per lo stomaco. Mastica bene e non mangiare velocemente.


Il consiglio che ti do dunque è quello di scegliere il tuo alimento preferito e farne una quantità corretta, non troppo esagerata e nemmeno troppo stringente, in questo modo non rischierai inoltre di creare avanzi che creerebbero una brutta tentazione in frigorifero.

Inoltre, lascia da parte la tua fissa di contare le calorie: lo sgarro, come tale, non va misurato o soppesato. Mangia quello che vuoi facendo solamente attenzione alla quantità per evitare di appesantire lo stomaco.

Infine, tieni in considerazione piccole accortezze per ottenere massimo giovamento dal cheat meal:

  • Tienilo come ultimo pasto della giornata per evitare di avere ricadute in tentazione durante il giorno.
  • Prendi in considerazione l'alimento base che comporrà il piatto del tuo sgarro: se stai seguendo una dieta proteica, è una buona idea avere comunque una base proteica da arricchire con alimenti diversi (ad esempio, il pane oppure delle patatine da accompagnare alla carne)
  • Tieni in considerazione anche le giornate che andrai ad affrontare in futuro: prediligi il cheat meal quando sai che, in seguito, avrai poi una richiesta di energie maggiore. In questo modo potrai goderti tutti i sapori di un buon pasto mantenendo intatta la coscienza.
  • Valuta anche la possibilità di utilizzare alimenti dietetici specifici per poter mangiare ancor più liberamente!

I rischi e svantaggi del cheat meal

Accanto ad innumerevoli vantaggi, se non adeguatamente gestito il cheat meal è in grado di portarti alcuni danni da tenere in considerazione.

In primis, è stato ampiamente studiato e dimostrato dagli scienziati che il cheat meal è in grado di produrre effetti psicologici dannosi in alcuni soggetti.

I dietologi e nutrizionisti parlano di binge eating, un fenomeno che si manifesta in una voglia incontrollata di abbuffate frequenti e che è stato classificato con un disturbo alimentare.

Dai uno sguardo ai prodotti per la memoria di dietaesport.com

 

Chi sviluppa binge eating rischia di vanificare tutto il lavoro fatto con la dieta, abbuffandosi di continuo, oppure soffrire di una vera e propria turbe psicologica che non permette di pensare ad altro se non al pasto libero.

Per arginare questo fenomeno, è bene riconsiderare il proprio rapporto con il cibo ed evitare sgarri troppo frequenti.

In ultimo, stai attento a non trasformare lo sgarro del cheat meal in un abitudine, utilizzando scuse per abbuffarti o mangiare senza motivo o giustificazione.

Conclusioni

Come vedi, il cheat meal è una pratica che aiuta ad aumentare il metabolismo, aiutare la psiche a mantenersi concentrata sulla dieta, che al contempo non fa ingrassare in maniera permanente.

Se sei preoccupato da un possibile aumento di peso dopo il cheat meal, oppure ritenzione idrica o gonfiore, hai adesso visto che è normale ed è solo un effetto transitorio che per niente al mondo dovrebbe impedirti di gustarti, meritatamente, un pasto lontano dalle restrizioni della tua dieta giornaliera!

Articoli correlati


Sapevi che puoi perdere quasi 1kg al giorno?
Sapevi che puoi perdere quasi 1kg al giorno?
Ti hanno sempre detto che è impossibile. Scopri come perdere quasi 1kg
Leggi
Modi per fare colazione in 3 minuti!
Modi per fare colazione in 3 minuti!
Sappiamo bene che preferisci dormire un po' di più e saltare  la colaz
Leggi
Cioccolata fondente a dieta: funziona veramente? Consigli
Cioccolata fondente a dieta: funziona veramente? Consigli
Hai sempre evitato di mangiare il cioccolato a dieta? Fermati, hai sem
Leggi