come condire la pasta a dieta

Quali condimenti utilizzare per la pasta a dieta

Quali condimenti utilizzare per la pasta a dieta

Pasta e dieta sono, al contrario di quanto si pensi, due concetti che possono andare molto d'accordo, in quanto si tratta di un perfetto abbinamento per chi desidera fare attenzione alla salute e alla linea senza però rinunciare al gusto.

Proseguendo con la lettura di questo articolo, avrai la possibilità di comprendere perché mangiare la giusta quantità di pasta durante la dieta può portare importanti vantaggi e soprattutto potrai conoscere alcune delle ricette certamente light, ma anche molto gustose.

Indice:

Come mangiare la pasta durante la dieta?

Per molto, forse troppo tempo, si è creduto che mangiare la pasta fosse totalmente inadeguato per la dieta. Fortunatamente, molti nutrizionisti e altrettanti studi hanno rivelato la completa infondatezza di questa credenza, proprio come quella legata all'orario ideale in cui mangiarla.


Altrettanto scorretta è la teoria che considera la pasta in bianco come un pasto leggero. Al contrario, soprattutto se condita con il burro, questa pietanza va il più possibile evitata.

Quando si mangia la pasta infatti, la miglior cosa è cercare di colorarla con un condimento salutare, come verdure o proteine, sia vegetali sia animali.

Pasta durante la dieta

Finalmente, in base agli ultimi studi effettuati, abbiamo capito che mangiare la pasta durante la dieta può essere di grande aiuto nel perdere peso.

La pasta infatti, non è altro che un carboidrato a lento rilascio di energia e un alimento facilmente digeribile se condito con sugo leggero e cotta al dente.

Proprio la cottura è un fattore determinante nella pasta, in quanto l'impatto glicemico viene notevolmente ridotto con la cottura al dente.

Utile a ridurre l'impatto glicemico è anche l'abitudine di far raffreddare la pasta appena scolata sotto il getto d'acqua fredda prima di condirla con la salsa desiderata.

 

Dai uno sguardo alla pasta che puoi consumare anche a dieta


Il consiglio, quando si mangia pasta, è creare un piatto unico, che possa contenere all'interno non solo i carboidrati, ma anche le proteine, le vitamine, le fibre e i grassi.

Ovviamente, le calorie contenute all'interno della pasta variano a seconda della tipologia. Per fare un esempio, all'interno di un piatto di pasta di circa 100 g, esclusi i condimenti, sono presenti più o meno 130 kcal.

Sempre stando a quanto riportato dagli ultimi studi effettuati sulla pasta, è possibile dichiarare che altrettanto falsi sono i miti che vedono questa come alimento consigliato solo per il pranzo o quella riguardante la dieta dissociata.

Nonostante mangiare la pasta sia consigliatissimo durante una dieta, è opportuno far sempre attenzione alle quantità. 70, massimo 80 grammi di pasta condita con un sugo di verdure, un goccio d'olio e una spolverata di parmigiano possono rappresentare la giusta porzione, ovviamente da accompagnare a un secondo piatto, per evitare attacchi di fame improvvisa e per appagare il palato.

La pasta può essere light?

La risposta è . Oggigiorno, in qualsiasi supermercato è possibile acquistare diverse tipologie di pasta. Che sia di camut, di cereali, integrale, di soia o di grano saraceno, ogni pasta è adatta alla dieta. Il segreto infatti sta nel dosare la giusta quantità e nello scegliere il corretto condimento.

Tra le tipologie di pasta maggiormente apprezzate rientra senza dubbio quella senza glutine, scelta obbligata per molti. Oltre a essere decisamente meno grassa, questa è anche adatta a chi soffre di celiachia.

Altrettanto amata e consumata è la pasta integrale, in genere di grano o di altri cereali. Il consumo della pasta integrale è sempre molto consigliato, in quanto quest'ultima non solo è caratterizzata da un basso indice glicemico, ma anche dalla presenza di numerose fibre. Proprio queste, ricoprono un ruolo di primaria importanza nella dieta e, di conseguenza, anche nella salute.

Le fibre infatti garantiscono una sensazione di sazietà longeva evitando attacchi di fame nervosa e diminuisce il livello di colesterolo cattivo rallentando l'assorbimento di zuccheri nel sangue. A questi importanti vantaggi, va poi aggiunto quello principale: l'effetto benefico a livello intestinale.

L'unica pasta che è meglio mangiare con molta attenzione è quella fresca che, per quanto sicuramente più buona, è anche decisamente più calorica. Il consiglio è infatti quello non di eliminare la pasta fresca, ma di limitarla notevolmente, magari mangiandola una sola volta a settimana.

Sughi dietetici per la pasta: pochi grassi e molto gusto

Come forse hai compreso leggendo quanto scritto precedentemente, gran parte la fa il condimento.

In virtù di ciò, è possibile affermare che prestando attenzione alle quantità e variando i condimenti, rigorosamente light, la pasta può essere considerata con tutta tranquillità parte fondamentale della tua dieta, anche qualora questa avesse come principale scopo quello di far perdere peso.

Per esempio, qualora decidessi di consumare una quantità pari a 70 grammi di pasta, dovrai arricchire il piatto aggiungendo una buona dose di verdure. Queste permetteranno di sfamarti a sazietà senza rinunciare al gusto e senza correre il rischio di assumere troppe calorie.

Al fine di facilitarti nella scelta dei sughi e dei condimenti, in seguito ti verranno proposte alcune ricette gustosissime e perfettamente dietetiche.

Dai uno sguardo alle nostre salse buonissime e dietetiche

Ricette leggere per la pasta

Ecco i migliori 6 primi piatti per tenersi in forma senza rinunciare al gusto. Alternare le ricette all'interno della settimana, magari cambiando le quantità in base alle necessità familiari e al fabbisogno energetico.

Prima di elencare le ricette a base di pasta più adatte a chi è a dieta, ti vogliamo dare un semplice consiglio utile a rendere i tuoi piatti ancor più gustosi: il segreto è utilizzare le erbe aromatiche.

Queste possono veramente fare la differenza, sia a livello di gusto sia a livello di salute, in quanto permettono di usare meno sale.

Pasta pomodoro e basilico 

Come non iniziare dalla pasta per eccellenza, simbolo della cucina dell'Italia ma apprezzata in tutto il mondo? La pasta al pomodoro.

Questa pasta, che necessita solamente di passata di pomodoro e di basilico, oltre che ovviamente del sale e dell'olio, concentra in un unico piatto i sapori più riconoscibili e genuini del nostro Paese e rappresenta sempre una valida opzione per chi desidera consumare un pasto salutare ma molto appetitoso.

Nonostante questa ricetta presenti già una buona dose di grassi e sia caratterizzata da un medio apporto energetico, è possibile, aggiungendo una spolverata di parmigiano, rendere il piatto ancor più nutriente.

Pasta agli asparagi

Ricetta dal sapore primaverile, dedicata a tutti gli amanti dei sapori freschi e delicati, è la pasta agli asparagi, alimento ricco di vitamine, fibre e sali minerali. Nonostante la pasta agli asparagi sia un primo piatto delizioso, è realizzata con unico ingrediente, appunto gli asparagi.

Che sia uno spaghetto, una penna, una mezze maniche o un conchiglione, la pasta utilizzata risulterà ideale per gustare il sapore tenue e raffinato tipico di quest'ortaggio.

L'unico consiglio utile per realizzare questa ricetta è quello di far saltare gli asparagi in padella prima di unirli alla pasta. In questo modo infatti, gli asparagi rimarranno perfettamente saporiti e faranno fuoriuscire i propri succhi, utili poi ad amalgamare gli stessi con la pasta.

Pasta con le melanzane

Un altro primo piatto capace di alternare un ottimo gusto a un basso livello calorico è la pasta con le melanzane, ricetta che, grazie alla sua semplicità, riesce a racchiudere nei pochi ingredienti che la compongono il il sapore e l'odore del mediterraneo.

Il piatto, facilmente realizzabile, consiste nell'unire alla pasta, preferibilmente corta, dei cubetti di melanzana stufati lentamente, capaci grazie al loro gusto e alla loro speciale consistenza di aggiungere all'intero piatto un gusto davvero avvolgente.

Una variante prevede l'utilizzo, oltre che della melanzana, anche del pomodoro e di un paio di ciuffi di basilico come guarnizione, perfetti per aggiungere ulteriore freschezza.

A differenza dei piatti precedentemente proposti, questo può essere in egual modo consumato caldo o freddo, magari anche in ufficio durante la pausa pranzo.

Spaghetti con le vongole

Da un piatto che fa della freschezza e della semplicità i suoi punti forti a uno che è il simbolo della bella stagione.

Gli spaghetti con le vongole sono tra i primi patti più apprezzati non solo in Italia, ma anche in tutto il mondo.

Ricetta dalle probabili origini campane, gli spaghetti con le vongole sono un primo piatto di mare che racchiude un sapore e un profumo intenso, ma che per essere realizzato alla perfezione necessita di particolare attenzione.

Le vongole devono infatti essere rigorosamente fresche e lo spaghetto cotto al dente. SI tratta di un piatto perfetto per ogni occasione, soprattutto se decidi di invitare a cena qualche amico.

Pasta e zucchine 

Ripiene, fritte, sott'olio o al forno, le zucchine rappresentano senza ombra di dubbio uno tra gli alimenti più apprezzati e utilizzati nella cucina italiana.

Essendo estremamente versatili, queste possono essere impiegate anche all'interno di primi piatti gustosi.

Tra quelli più buoni e più veloci rientra la pasta alla crema di zucchine, semplicissima da preparare. Ti basterà infatti unire alla pasta un sugo composto da zucchine frullate, basilico, sale e olio.

Il risultato è un primo piatto cremosissimo, a cui aggiungere una generosa quantità di parmigiano.

Pasta zafferano e verdure

Un ulteriore piatto in cui le verdure ricoprono un ruolo di primaria importanza, in abbinamento allo zafferano, è la pasta zafferano e verdure.

Questa ricetta può essere svolta a proprio piacimento, inserendo all'interno le verdure più gradite.

Il consiglio è ovviamente quello di utilizzare quanto più verdure possibili e di stufarle all'interno di un'acqua aromatizzata con dei pistilli di zafferano. In padella, l'acqua allo zafferano raggiungerà la giusta consistenza e diverrà ancor più saporita grazie ai succhi fuoriusciti dalle verdure.

Il risultato, è un piatto colorato, gustoso e adatto a tutte le stagioni. L'utilizzo di una spezia come lo zafferano aggiunge al piatto un gusto più mediterraneo e una vivace nota di colore.

 Dai uno sguardo alla pasta che puoi consumare anche a dieta

Pasta e dieta: un matrimonio che "s'ha da fare"

In conclusione è possibile affermare che non solo è consentito mangiare la pasta durante la dieta, ma che è proprio consigliato.

Ti ricordiamo solo di prestare molta attenzione alle quantità e, soprattutto, ai condimenti utilizzati. Detto ciò, non ti resta che cucinarti un bel piatto di pasta, magari iniziando da quelli che in precedenza ti abbiamo proposto.

Qui di seguito troverai una lista di pasta dietetica consultabile nel nostro sito:

Articoli correlati


Modi per fare colazione in 3 minuti!
Modi per fare colazione in 3 minuti!
Sappiamo bene che preferisci dormire un po' di più e saltare  la colaz
Leggi
Cioccolata fondente a dieta: funziona veramente? Consigli
Cioccolata fondente a dieta: funziona veramente? Consigli
Hai sempre evitato di mangiare il cioccolato a dieta? Fermati, hai sem
Leggi
Cosa mangiare per dimagrire? Dolci che puoi gustarti senza ingrassare
Cosa mangiare per dimagrire? Dolci che puoi gustarti senza ingrassare
Domanda: sai cosa mangiare senza ingrassare? O addirittura, sai cosa m
Leggi